Spermiogramma

Poliambulatorio Medico-Odontoiatrico San Lazzaro Medica

Via Ettore Bignone 38/A
Provincia di Torino
Pinerolo, Torino 10064
Italia
Telefono: 0121030435
Email: sanlazzaromedica@libero.it

Serviamo pazienti del Pinerolese, Saluzzese e Torinese

ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE 75 €

SPERMIOGRAMMA PINEROLO SAN LAZZARO MEDICA

SPERMIOGRAMMA 70€

ESEGUITO E CERTIFICATO DAL DOTT. ALESSANDRO MORELLI

Lo spermiogramma è un test di laboratorio eseguito a fresco sul liquido seminale. Un biologo o un medico valuta al microscopio il numero, la forma e i movimenti degli spermatozoi. Per eseguire accuratamente questo esame sono necessari speciali dotazioni di laboratorio e esperienza dell’operatore. Per questo l’esame dovrebbe essere eseguito presso un laboratorio che utilizza la metodologia approvata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO).

 

Il liquido seminale deve essere valutato a fresco, vale a dire entro circa 2 ore dall’eiaculazione. Il campione deve essere raccolto in un barattolo sterile a seguito di masturbazione. Nei casi in cui sia impossibile la raccolta tramite masturbazione il liquido seminale può essere prelevato a seguito di coito interrotto. Speciali preservativi per la raccolta vengono forniti da laboratori specializzati; si sconsiglia l’utilizzo di preservativi comuni perchè contengono agenti che interferiscono con la motilità degli spermatozoi. Il miglior modo per raccogliere il campione è mediante masturbazione in una stanza dedicata presso il laboratorio dove si esegue l’esame. Se il liquido seminale viene raccolto a casa il campione deve essere mantenuto al caldo (temperatura corporea) e portato velocemente in laboratorio (entro 1 ora).

 

E’ importante che il liquido seminale eiaculato venga raccolto completamente. Poiché gli spermatozoi sono maggiormente contenuti nella prima parte dell’eiaculato, la perdita delle prime gocce emesse può falsificare la conta degli spermatozoi. Inoltre è importante che il paziente non eiaculi per 2-5 giorni prima dell’esame poiché frequenti eiaculazioni possono ridurre il numero degli spermatozoi presenti nel liquido seminale. Al contrario un periodo di astinenza più lungo può alterare la motilità degli spermatozoi.

 

La qualità e il numero degli spermatozoi possono variare ampiamente in differenti campioni, anche negli uomini fertili. Il numero può essere ridotto in corso di varie malattie; la febbre e le infezioni possono ridurre il numero di spermatozoi anche per diversi mesi. Per questo sono necessari almeno due spermiogrammi, eseguiti a distanza di almeno 6 settimane, per una corretta valutazione del potenziale di fertilità.

 

PARAMETRI VALUTATI NELLO SPERMIOGRAMMA

Volume

Il volume totale di liquido eiaculato. Un uomo generalmente produce da 1.5 a 5 ml di liquido seminale.

pH

Misura se il liquido seminale è acido o alcalino. Di norma dovrebbe essere leggermente alcalino. Se acido, e associato a un ridotto volume, il pH può indicare un’ostruzione delle vie seminali.

Concentrazione degli spermatozoi

Viene contato il numero di spermatozoi presenti in un volume misurato di liquido. La concentrazione è espressa in numero di spermatozoi per ml di liquido seminale.

Numero totale di spermatozoi

E’ il numero totale di spermatozoi che vengono eiaculati. Si ottiene moltiplicando il volume del liquido seminale per la concentrazione di spermatozoi.

Motilità degli spermatozoi

Rappresenta l’abilità degli spermatozoi di muoversi in avanti. Il numero di spermatozoi mobili rispetto a quelli non mobili è rappresentato in forma di percentuale sul numero di spermatozoi totali.

Morfologia degli spermatozoi

Rappresenta la forma e le caratteristiche fisiche degli spermatozoi. Il numero di spermatozoi normali rispetto a quelli con anomalie è rappresentato in forma di percentuale sul numero di spermatozoi totali.

Leucociti (cellule infiammatorie)

Vengono rilevati spesso all’interno del liquido seminale. Un numero elevato può significare che è presente un’infiammazione degli organi riproduttivi. In alcuni casi possono essere presenti in quantità anche senza una causa rilevabile.

 

Qual è il risultato normale di uno spermiogramma?

La WHO nel 2010 ha pubblicato i valori di riferimento per permettere di confrontare i valori di un singolo spermiogramma con i valori di una popolazione di maschi fertili. I limiti inferiori che vengono indicati rappresentano i valori di riferimento al 5° percentile. Questo significa che nella popolazione di uomini fertili studiata per ottenere i parametri seminali di riferimento il 95% dei soggetti aveva valori che superavano tali soglie.

 

Parametri seminali (WHO 2010, valori di riferimento al 5° percentile)

Volume >1,5 ml

pH >7,2

Concentrazione degli spermatozoi >15 milioni/ml

Numero totale di spermatozoi >39 milioni

Motilità progressiva >32%

Motilità totale >40%

Forme normali >4%

Leucociti <1 milione/ml

 

Uno spermiogramma con valori considerati normali non necessariamente garantisce la fertilità in un singolo individuo, semplicemente guida sui valori che esprimono un normale potenziale di fertilità. Potrebbero esserci altre ragioni che impediscono a un uomo di essere fertile, che non vengono espresse dai valori misurati nello spermiogramma.

 

Allo stesso modo, uomini che hanno un basso numero di spermatozoi, e non rientrano nei parametri indicati dalla WHO, possono essere in grado di fecondare naturalmente. Per esempio, mentre 15 milioni/ml è il limite inferiore di riferimento per la concentrazione, questo non significa che uomini con 2 milioni/ml sono sempre infertili. Il 30% delle coppie in cui l’uomo presenta concentrazioni al di sotto dei 15 milioni/ml riescono a concepire in un periodo che va dai 2 ai 3 anni.

 

Altri importanti fattori che possono influire sulle probabilità di concepimento di una coppia includono la gravità delle alterazioni degli spermatozoi, il tempo intercorso dai primi tentativi di concepimento, l’età e lo stato di fertilità della partner.

E’ importante che lo spermiogramma venga interpretato insieme ad altre informazioni cliniche da un medico che si occupa di infertilità.

HOME