Pronto soccorso psicologico, boom di richieste di aiuto

d arrivare nel centro sono professionisti, genitori, giovanissimi. Persone che conducono un’esistenza regolare e si trovano improvvisamente in difficoltà. La buona notizia è che aumentanno orari e giorni di assistenza

“BUONGIONO sono un architetto e ho una crisi depressiva acuta”. “Salve ho un attacco di panico e sono una mamma, posso venire da voi?”. Ecco alcune delle richieste che, in questi primi quattro mesi, sono arrivate al nuovo servizio di Pronto soccorso psicologico (inaugurato a fine febbraio), presso la struttura Villa Giuseppina di Roma. Persone “normali”, senza apparenti disturbi psichici che si trovano improvvisamente in difficoltà. La richiesta è stata tale che si è deciso di ampliare tempi e giorni di accoglienza. La cattiva notizia, dunque, è che il disagio nella capitale è molto diffuso. La buona è che il Pronto soccorso, proprio per soddisfare tutti, sarà aperto sette giorni su sette(senza pause estive). E anche l’orario di apertura viene esteso da 6 a 10 ore. Il personale è più che raddoppiato, ora ci sono 21 operatori, e ne sono previsti altri 12.

“Il nostro è un servizio “qui e ora”, l’obiettivo infatti non è quello di fornire un percorso di psicoterapia ma di aiutare chi ha un’emergenza e non sa come gestirla”, racconta la coordinatrice, dottoressa Mariolina Palumbo. Chi arriva dunque nella struttura? “Persone normali, avvocati, professionisti, genitori in difficoltà. La causa principale delle richieste di aiuto sono gli attacchi di panico, ma anche una forte depressione, la difficoltà a gestire i rapporti con i figli o con dei compagni violenti o se si ha un impulso a compiere atti auto lesivi”. Come collegarsi con il servizio? Si può chiamare Villa Giuseppina al numero 06-69311390 oppure 06-5529621. L’indirizzo è Viale Prospero Colonna 46, Roma. “Questa mattina è arrivato un ragazzo giovanissimo – specifica Palumbo – disperato perché aveva la giovane fidanzata anoressica e non sapeva come aiutarla. Riuscire a dare una mano ai giovani in difficoltà per il nostro staff è una grande soddisfazione”.

Come spiega Stefano Cogliati Dezza, psichiatra responsabile e direttore Sanitario di Villa Giuseppina (da qualche anno riconvertita dalla Regione Lazio in Struttura di riabilitazione psichiatrica): “L’accesso al Pronto soccorso psicologico è libero dalle 9 alle 19 tutti i giorni, anche i festivi e può essere seguito da un progretto psicoterapico da stabilire con lo staff. Per i casi più importanti dal punto di vista psichiatrico è possibile effettuare un ricovero in regime privato a tariffe accessibili o accedere al Centro Diurno per disagio psicologico. Sia il ricovero che il Centro Diurno sono specializzati nei disturbi cognitivi degli anziani”. Per i pazienti è previsto anche un ambulatorio polispecialistico con tutte le specialità della medicina.