“Riconoscere l’Autismo

 

L’autismo è una sindrome definita dalla presenza di una compromissione dello sviluppo che si rende manifesta prima dei tre anni, e da un tipo caratteristico di funzionamento nelle aree dell’interazione sociale, della comunicazione e del comportamento, che risulta limitato e ripetitivo.

autismo pinerolo de luca giulia san lazzaro medica

Il termine “Autismo” fu impiegato da Bleuler nel 1911 per indicare un comportamento caratterizzato da: CHIUSURA, EVITAMENTO dell’ALTRO, ISOLAMENTO. L’eziologia è multifattoriale, dipende dunque da fattori genetici, biologici ed ambientali.

Il Disturbo pervasivo di sviluppo ha un fenotipo comportamentale molto vario, caratterizzato da una disabilità permanente, avente però un’espressività variabile nel tempo. Per inquadrare più da vicino il DPS viene definita la cosiddetta “triade delle compromissioni” della quale l’interazione sociale, l’immaginazione e la comunicazione sono le protagoniste.

Quali sono i principali segnali di allarme a cui porre attenzione in un bambino con sospetto DPS?

 Comunicazione assente o alterata

 Sguardo difficile da agganciare, deviato, laterale

 Uso stereotipato degli oggetti

 Gioco povero e ripetitivo

 Gioco simbolico spesso assente, e se presente, poco creativo e piuttosto ripetitivo

 Assenza di attenzione condivisa

 Presenza di stereotipie motorie e-o verbali

 Scarsa regolazione dell’umore

 Ipo o ipersensibilità agli stimoli ambientali di natura uditiva, olfattiva e tattile.

 Ricerca eccessiva del contatto fisico fino all’autolesione o al contrario completo rifiuto di esso.  Ricerca di autostimolazione sensoriale specifica.

 Forte abilità discriminativa-visuospaziale: memoria di posizioni, discriminazione di immagini e forme, notevole abilità nella costruzione di puzzle ed incastri.

A cura di Dott.ssa TNPEE Giulia De Luca

 

HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *