Terapia del russamento ambulatoriale

QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SUL RONFLEMENT
Un adulto su quattro russa. Il volume sonoro del ronflement (russamento) può raggiungere i 90 dB; questo rumore corrisponde a quello di un camion o di un martello pneumatico con intensità che, in ambienti lavorativi, sono giudicati nocivi alla salute. La frequenza del russamento può scendere fino a 25 hertz. A queste frequenze non è più filtrato dalle pareti interne della camera che, al contrario, possono mettersi in vibrazione e partecipare alla sua propagazione alle stanze ed appartamenti vicini.
Il rumore del russamento è prodotto da un’ugula allungata associata ad un palato molle sfiancato e lasso che vibrano come una vela al vento. La fatica, i farmaci, come i sonniferi ed i calmanti, l’alcool e gli eccessi di peso possono accentuare questo fenomeno.
L’origine del russamento può anche essere una deviazione del setto nasale, l’ipertrofia dei turbinati, la poliposi nasale, un’allergia che ostruisca le vie respiratorie o più raramente, una malattia neurologica. Le percentuali dei russatori uomini e donne si avvicinano con l’aumentare dell’età. Nelle femmine il russamento inizia di solito dopo la menopausa o dopo una gravidanza.
INTERVENTI SU SETTO NASALE E TURBINATI

Il primo passo del trattamento chirurgico consiste nell’eliminare gli ostacoli ad una buona respirazione nasale. Creste cartilaginee del setto nasale e ipertrofie dei turbinati possono essere eliminate con il PLEXR  , ambulatoriamente ed in anestesia locale (vedi figure) in una o più sedute. Dopo una semplice anestesia per contatto si riduce lo spessore della mucosa dei turbinati ipertrofica e si eliminano le creste cartilaginee del piede del setto nasale. Il decorso post-operatorio è quasi asintomatico, simile a quello di un forte raffreddore, non richiede quasi mai tamponamento e necessita dell’applicazione di creme per evitare la formazione di croste.

   

COSTO: 250 €

HOME

Medico Legale – Pratiche invalidità Civile Inps

Dott. Gabriele Antonica

Medico chirurgo specialista in Medicina legale e delle Assicurazione

Visita: 150,00 €

Pratiche medico legali per l’invalidità civile Inps

La richiesta per l’invalidità civile o l’accompagnamento per le persone affette da importanti patologie inizia con la domanda inviata attraverso la nuova procedura informatica all’INPS.
La ASL chiamerà a visita il richiedente il quale avrà la facoltà di farsi accompagnare da un medico di sua fiducia.
Tale ruolo può essere svolto dallo specialista in  medicina legale, il quale avrà il compito di seguire la pratica, consigliando eventuali esami da integrare al fine di una migliore valutazione dello stato di salute della persona, accompagnando fisicamente il richiedente davanti alla Commissione di prima istanza, riassumendo in una breve relazione  le patologie e proponendo, in base alla documentazione clinica presentata, una valutazione complessiva dell’invalidità della persona.
L’invalidità civile concede i seguenti benefici:
oltre il 33%: protesi fornite gratuitamente dalla ASL
oltre il 45%: collocamento privilegiato per il lavoro
oltre il 67%: esenzione dal ticket per esami del sangue o strumentali
oltre il 74%: esenzione totale dal ticket e assegno mensile subordinato al reddito annuale
Accompagnamento: si dà solo a coloro che vengono già riconosciuti invalidi al 100%  (quindi persone con gravi patologie e disabilità) e prevede l’erogazione di un assegno mensile A PRESCINDERE dal reddito annuale della persona.

home

NOVITA’ ANNO 2104

NUOVI SERVIZI DEL 2014:

 

– MEDICINA LEGALE: Pratiche assicurative, Inps ed Inail

– RINNOVO PATENTI: Rinnovo patenti A e B secondo la nuova normativa

– VISITE OCULISTICHE: Per adulti e per bambini dai 3 anni

– TRAUMATOLOGIA SPORTIVA: Visite traumatologiche, Agopuntura e Mesoterapia, Iniezioni di cortisone

 

 

HOME